Crea sito

Carbonato di sodio: il segreto della nonna

Il Carbonato di sodio è il più semplice ed economico detergente multiuso.

Il Carbonato di sodio è il segreto della nonna sempre attuale e utile.

Oggi vi voglio parlare del Carbonato di sodio, il più semplice detergente multiuso. Qualche giorno fa ho acquistato sodasolvay a pochissimi euro, e ho iniziato a leggere sul web, quali potevano essere effettivamente i vantaggi che si potevano avere nell’utilizzare questo prodotto. Si tratta di un eccellente sgrassatore, non fa schiuma e non ha profumo.

  • E’ perfetto sullo sporco più resistente, come sulle griglie del forno o sui fornelli;
  • Utilissimo per pulire le bottiglie di olio e di vino da riutilizzare. In questo caso versare 1/2 cucchiaino di sodasolvay nella bottiglia da pulire, aggiungere poi un po’ d’acqua e agitare bene dopo aver messo il tappo. Infine risciacquare con cura.
  • Molto utile per la pulizia di pavimenti (anche in cemento) per togliere vecchie macchie di olio e grasso;
  • Per il BUCATO. Toglie le macchie ostinate dai tessuti. Per pre trattare a mano in ammollo, versare 2 cucchiai di sodasolvay e 2 cucchiai di sale grosso per ogni litro d’acqua, meglio se calda, e del SAPONE LIQUIDO da bucato. Invece per il lavaggio in lavatrice: se i capi sono molto sporchi, nella vaschetta del detersivo aggiungete al detersivo 1 cucchiaio di soda e 1 cucchiaio di sale grosso e azionate il prelavaggio. Se non avete l’opzione prelavaggio, fatte un ciclo di risciacquo, mettendo direttamente nel cestello la stessa miscela. Dopo il risciacquo, procedete al normale lavaggio.
  • Utile anche per neutralizzare i cattivi odori, igienizzare i capi e aumentare il potere pulente del detersivo normale. Aggiungete 1 cucchiaio di soda (carbonato di sodio) al detersivo ad ogni lavaggio.

 

carbonatodisodioIn un unico prodotto tanti utilizzi e tante potenzialità .

Il carbonato di sodio è detto anche semplicemente soda, ma non deve essere confuso con la soda caustica (idrossido di sodio).

Si tratta quindi di un detergente ecologico, economico e conveniente.

Il carbonato di sodio è adatto per la pulizia delle superfici resistenti, il lavaggio dei piatti, dei vetri e dei pavimenti.

Attenzione il carbonato di sodio NON può essere utilizzato su cotto, fibra di vetro, marmo, legno e superfici in alluminio. NON è adatto a capi delicati, come lana e seta.

Il carbonato di sodio non fa schiuma e quindi non necessita di grossi risciacqui, perciò se lo si utilizza per le pulizie non fa sprecare acqua.

Indossare sempre i guanti quando lo si utilizza.

 

ABC della merenda: Parmareggio

Siete mamme? Allora vi sarà sicuramente capitato di dover partecipare ad una scampagnata e di dover esaudire un desiderio imminenti di merenda. Solitamente le mamme, preparate a queste esigenze così imminenti, hanno sempre nella borsa “qualcosa” per sfamare i propri pargoli. Nella maggior parte dei casi le mamme in borsa hanno la solita merendina, il solito pacchetto di salatini o di tarallini. Anche io faccio così, però adesso ci sono dei veri e propri kit merenda deliziosi e anche molto genuini. Sto parlando de L’ABC della merenda di Parmareggio, uno spuntino ideale, studiato con il nutrizionista Dott. Giorgio Donegani.

Per approfondire le caratteristiche dell’ABC della merenda: http://l12.eu/parmareggio-1332-au/07ZU5HM31KQBAX2DLV91

L’ABC della merenda di Parmareggio è una merenda gustosa, nutriente, completa, equilibrata, per lo sport e durante lo studio. Facile da trasportare e può rimanere fino a 4 ore fuori dal frigo. Una merenda ricca di vitamina A e C, calcio e carboidrati.

ABC della merenda comprende 4 tipologie di kit-merenda:
– con parmareggio snack (grissini e frullato 100% frutta gusto pesca);
– con formaggino parmareggio (grissini e frullato 100% frutta gusto pera);
– con parmareggio snack e frutta secca (accompagnato da frullato 100% frutta gusto pera );
– con parmareggio snack bio (grissini e succo alla pera da agricoltura biologica).

Si tratta di 4 tipi di snack davvero buoni e completi.
Un mai più senza!
Buzzoole

#parmareggio

La mia focaccia

Vi annoto qui come realizzo la focaccia io.

Ecco gli ingredienti:

250g Farina Manitoba (o per pizza)

250 g Farina Integrale

10 g di sale

10g g di lievito secco

2 bicchieri di acqua tiepida ( circa 300g)

15 g olio evo

Per mescolare tutti gli ingredienti utilizzo una semplice impastatrice della Kenwood, ma naturalmente si può fare anche a mano. Prima inserisco nella ciotola gli ingredienti secchi (le farine, il sale ed il lievito), poi l’acqua ed infine l’olio. Lascio riposare l’impasto per un paio di ore, se possibile! Il risultato è una bella focaccia morbida, ma molto gustosa. Il merito della buona riuscita della focaccia è sicuramente la farina utilizzata.

Io ad esempio prediligo due aziende in particolare: per la farina integrale quella di alce nero, mentre per la manitoba quella della Selezione Casillo, che normalmente acquisto su Amazon ad un ottimo prezzo (qui il link).

Letteratura 2000 – For book collector addicted!

Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso.
(Fabrizio Caramagna)

Questa citazione descrive bene cosa significa leggere un libro. Se poi il libro è un “buon” libro, il viaggio verso questo mondo “magico” è assicurato.

Questo INCIPIT era per parlarvi di una bella raccolta lancia da L’Espresso : Letteratura 2000

Dal 21 Gennaio 2017 troverai in edicola i grandi romanzi del 2000, quelli destinati a diventare dei grandi classici di domani.

Faccio solo qualche esempio: Mordecai Richler – Haruki Murakami – Niccolò Ammaniti – Roberto Saviano – David Grossman e tanti,tanti altri grandi nomi.

I libri più intensi, amati e premiati del 2000 raccolti in un’unica collana, denominata appunto Letteratura 2000 !

Storie coinvolgenti, personaggi indimenticabili, scritture sorprendenti.

Lasciati incantare dalle loro pagine.

 

Si tratta di 36 uscite. L’appuntamento con Letteratura 2000 è tutte le settimane in edicola  con gli autori più amati e premiati che hanno saputo raccontare l’inizio del 2000 in modo unico.

 

Segue su Facebook la Pagina dedicata a LA COLLANA “DUEMILA” https://www.facebook.com/Iniziativeditoriali/
Buzzoole

LA COLLANA “DUEMILA” è in edicola ogni Sabato, con La Repubblica e L’Espresso, a soli 9,90€.
più il prezzo del quotidiano.

#Duemila #Libri #Letteratura2000

Vi lascio con un’altra bellissima citazione:

Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro
(Umberto Eco)

SOSVillaggi dei Bambini si occupa del sostegno di bambini privi di cure familiari.

I bambini in quanto tali devono essere privilegiati e sostenuti in qualsiasi modo.
Oggi vi voglio parlare di una bellissima realtà che aiuta proprio i bambini in difficoltà: la Onlus SOS Villaggi dei Bambini.
Buzzoole

SOS Villaggi dei Bambini è la più grande organizzazione a livello mondiale, impegnata da oltre 60 anni nel sostegno di bambini privi di cure familiari o a rischio di perderle, e anche nella promozione dei diritti dei bambini e degli adolescenti per l’ottenimento di politiche e leggi a superamento delle discriminazioni esistenti.

http://l12.eu/nessunbambinosoloblog-1303-au/URQN2GO1A7QBAX2DLV91

SOSVILLAGGI DEI BAMBINI ha lanciato proprio in questi giorni LA CAMPAGNA “NESSUN BAMBINO SOLO” per SOSTENERE E PROTEGGERE BAMBINI E RAGAZZI CHE VIVONO FUORI DALLA LORO FAMIGLIA.

SOSVillaggiGli obiettivi di SOS Villaggi dei Bambini – e di questa campagna raccolta fondi “Nessun bambino nasce per crescere solo” – sono accogliere e proteggere bambini, sia ragazzi italiani che Minori Stranieri Non Accompagnati (brevemente MSNA) che arrivano nel nostro Paese, affiancarli in un cammino di crescita, sviluppare progetti per l’integrazione sociale e migliorare le loro prospettive di vita.

SOS Villaggi dei Bambini non trascura il rapporto con la famiglia d’origine di questi bambini in difficoltà e si prende cura anche dei loro genitori supportandoli nelle difficoltà.

Per sostenere questa bellissima iniziativa fino all' 11 febbraio 2017 si può sostenere la raccolta fondi inviando un semplice SMS o chiamando da rete fissa il numero solidale 45522.

Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari e sarà di 2/5 euro per ciascuna chiamata da rete fissa.

Con i fondi raccolti sarà garantita, ai bambini e ai ragazzi accolti nei 7 Villaggi SOS italiani, una crescita sana ed equilibrata, nel rispetto dei loro bisogni, delle differenze e dell’identità di ciascuno, con l’obiettivo del raggiungimento dell’autonomia sociale, economica e relazionale.

In Italia SOSVillaggi dei Bambini ci sono attualmente 395 tra bambini e ragazzi e si trovano in 7 Villaggi, situati a Trento, Ostuni (BR), Vicenza, Morosolo (VA), Roma, Saronno (VA) e Mantova. Nel 2015 queste strutture hanno accolto anche 49 Minori Stranieri Non Accompagnati, sviluppando con essi una serie di interventi incentrati sull’accoglienza e sul sostegno all’integrazione sociale.

Sosteniamo insieme questa bellissima iniziativa!

#nessunbambinosolo #nochildalone

Per un elettrodomestico io scelgo Distante Elettrodomestici

Peccato che quando Distante ha aperto il suo “nuovo” punto vendita a Mesagne, con tutti i prodotti per la casa, io ero già sposata.

Avrei sicuramente scelto di fare la mia lista nozze da loro. Infatti da Distante Expert si può fare la lista nozze dei sogni scegliendo tra quasi 10.000 articoli senza vincoli d’acquisto e trovando i migliori marchi di casalinghi come Alessi, Willeroy & Boch, Guzzini, Lagostina, Wmf,Bialetti, wedgwood, ecc…

Io sono della provincia di Brindisi e conosco personalmente il punto vendita di Mesagne, ma sicuramente la nuova filiale di Surbo (Zona Industriale di Lecce) non è da meno.

Distante Elettrodomestici, ubicato a Surbo, Lecce zona Industriale, opera nel mercato dal 1963 ed è parte del grande gruppo Expert — > Sito.

Distante 1

Il primo negozio di Elettrodomestici del gruppo Distante era ubicato nella città di Mesagne già nel 1963, poi negli ultimi anni la famiglia Distante ha deciso di espandere la propria azienda, prima realizzando uno stabile molto grande nella zona industriale di Mesagne, vicino al noto impermercato Auchan e poi, da pochi anni, anche a Surbo (Lecce).

Quando il negozio ha aperto nella zona industriale a Mesagne, ha in un certo senso sfidato, vincendo alla grande secondo la mia opinione, un noto marchio: Euronics. Poco prima del trasferimento di sede da parte di Distante, il negozio di elettrodomestici Euronics era molto quotato e apprezzato, poiché presente all’interno dell’ipermercato Auchan alla nascita dello stesso.

In brevissimo tempo però la famiglia Distante ha accaparrato parte della clientela Euronics e ha mantenuta quella precedente e in pochissimi mesi è divenuto un punto di riferimento per chi ha necessita di acquistare un elettrodomestico nella zona di Brindisi e non solo.

Il successo è stato poi replicato nella zona di Lecce.  — > Sito.

distante 3

Attualmente la sede di Lecce, a Surbo, dispone di un vasto assortimento di elettrodomestici, smartphone e cellulari, televisore e Computer per ogni esigenza. 

Sono disponibili anche i prodotti Apple per la telefonia e per il reparto Informatica. 

distante 5

Se dovessi acquistare un nuovo prodotto, che sia un elettrodomestico o un prodotto di informatica, un salto da Expert Distante io lo farei!!!!

#DistanteElettrodomestici #DistanteExpert

Buzzoole

Semplificare la vita con VodafonePay

Riporto un post molto interessante di un mio amico su Facebook Luca Romano:

Scena #1: Brescia, piazzale della stazione, ore 10.10 del mattino (di ieri).
Ho appuntamento alle 11.30, ho il portatile dietro e l’idea è di fare colazione e scrivere qualcosa. Mi dirigo verso un bar.
“Buongiorno, avete per caso a disposizione un tavolino vicino ad una presa di corrente?”
“Eh no”
“Ah… perché avrei bisogno di caricare il portatile…”
“Eh, ho capito, se faccio caricare questo e quell’altro a tutti i clienti poi sai che bolletta mi arriva?”
“Capisco, grazie, arrivederci”.

Buzzoole

La scena si ripete uguale nei 5 bar successivi, anche se con toni un po’ meno sprezzanti e maleducati da parte del titolare. Alla fine mi rassegno a lavorare senza corrente, mi siedo nell’ultimo bar in cui sono entrato e ordino la colazione mentre butto giù un pezzo. Cappuccino, croissant, succo di frutta, fanno 4.80.
“Posso pagare con la carta?”
“No”
“Ma scusi, il pos ce l’avete”
“Eh sì, ma è solo per conti superiori a 12 euro”
“Come mai?”
“Non voglio pagare la commissione alla banca”
“Capisco, per curiosità, a quanto ammonta la commissione?”
“8 centesimi… ma sai, 8 centesimi uno, 8 centesimi l’altro, a fine mese ci perdo un bel po’”.
Tiro fuori i 50 euro che avrei volentieri evitato di cambiare, e pago.

Scena #2: Milano, stazione centrale, ore 13.10 (di oggi).
Il regionale delle 13.18 per Torino è stato soppresso, perché Trenitalia è una grande azienda e le ferrovie siriane sotto le bombe sono probabilmente più efficienti; dopo aver valutato due bar in cui non c’è né il wi-fi né una presa di corrente, nel terzo individuo un tavolino accanto ad una presa.
Mi accingo a caricare il cellulare quando il cameriere mi ferma:
“No guardi che quella presa non funziona, le hanno disattivate”
Nello stesso gruppo di prese ce n’è una a cui è attaccato un apparecchio del bar, che funziona, quindi faccio finta di non aver sentito e infilo il caricabatterie, che puntualmente vibra.
“No guardi, funziona”
“Eh… si vede che questa non l’hanno disattivata. Però non dovrei fargliela usare. Il titolare non vuole”
“Guardi, io ho bisogno di caricare il telefono: se mi fa usare la presa, mi siedo e consumo, altrimenti me ne vado”
“Va beh, si sieda, tanto il titolare non c’è”

Ordino un caffè e un dolcino, quando me li porta chiedo:
“Scusi, le faccio una domanda, per pura curiosità: come mai non mettete le prese a disposizione dei clienti? Siete un bar in una stazione, può capitare che uno voglia ricaricare il telefono o il portatile mentre aspetta il treno, magari deve lavorare. Dareste un servizio migliore ai vostri clienti”
“Il titolare ha paura che poi i clienti stiano seduti troppo tempo; in teoria lui vorrebbe che quando hanno finito di consumare noi li facessimo alzare, ma legalmente non possiamo farlo… però non vuole che si trattengano”.
Finisco di bere il caffè, con molta calma, e poi vado al treno.

Ricordiamoci a questi …. quando qualcuno aprirà uno Starbucks nel piazzale della stazione, col wi-fi gratuito a banda larga, le charging station per iPhone e Samsung a tutti i tavolini, e il pagamento con carte contactless anche per 90 centesimi, e porterà loro via anche le mutande con un caffè di qualità inferiore.
Ricordiamocene, perché quel giorno questi andranno a scrivere su Facebook che è colpa della globalizzazione, delle multinazionali e dell’Euro, e si faranno le foto coi cartelli “non comprate dalla grande distribuzione, supportate le piccole attività”.
E io quel giorno risponderò, con viva e vibrante soddisfazione f……. !

Ecco condivido il pensiero del mio amico perché troppo spesso non si guarda oltre il proprio naso.

VodafonePayAdesso poi è possibile pagare anche attraverso il proprio smartphone con una semplicissima app. Sto parlando del servizio offerto da Vodafone in collaborazione con MasterCard: Vodafone Pay e dell’app Vodafone Wallet.
Per i possessori di Smartphone Android con SIM NFC è possibile scaricare l’app, collegare all’account le carte di pagamento MasterCard e il gioco è fatto!
Per maggiori info http://l12.eu/mastercardvodafonepay-1227-au/SXGCZA64J7QBAX2DLV91

#easypay#easylife #VodafonePay

Felicia Bio: la mia pasta

Da buona italiana amo la PASTA e la utilizzo tantissimo, quasi tutti i giorni.
Tuttavia non è insolito che spesso possa dare quella sensazione di pesantezza e gonfiore che non rende proprio facile la sua assimilazione e digestione.
Da mamma, poi, ho imparato a guardare con attenzione la composizione degli alimenti e a scegliere con cura tutto ciò che porto in tavola.

20-12-2016_k5qr28mmgerzaiey4x
Per questo, quando in tv ho visto lo spot Felicia Bio

https://www.youtube.com/watch?v=frN_1QbDVww

ho subito voluto capire di più di quella linea che sembrava fare di natura ed equilibrio la ricetta perfetta per una vita salutare.
Ho scoperto sul web che la pasta Felicia Bio è prodotta in uno stabilimento pugliese dedicato esclusivamente alla realizzazione di prodotti privi di glutine: perfetta quindi per chi è affetto da celiachia e non solo per chi vuole un’alimentazione bilanciata e sana.
Utilizza poi materie prime BIO, no OGM sottoponendo a rigorosi controlli tutto il ciclo di produzione.
Insommma: l’ho cercata tra gli scaffali del supermercato e per noi è stata una scoperta! Buona e genuina.
Ve la consiglio in prima persona e se volete saperne di più

http://l12.eu/feliciabio-1165-au/219GCST0Z7QBAX2DLV91

Buzzoole

Torta al cioccolato morbida e buonissima

Questa ricetta è una rivisitazione della Torta morbida di cookthelook.it.

http://www.cookthelook.it/torta-morbida-al-cioccolato/

  • 5 uova
  • 100 gr di cioccolato fondente
  • 50 ml di latte
  • 100g di zucchero di canna
  • 100g zucchero normale
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 100g di farina Manitoba
  • 100g di farina Integrale
  • 40g di cacao
  • 200g burro
  • 1 bustina di vanillina

torta al cioccolato morbida1 passo: Montare con una frusta insieme il burro a temperatura ambiente e lo zucchero.

2 passo: Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria.

3 passo: Aggiungere le uova uno alla volta al composto di burro e zucchero. Poi unite anche il cioccolato fondente sciolto. Infine il latte.

4 passo: Mescolare a parte in una ciotola le farine, il lievito, la vanillina ed il cacao in polvere. Poi setacciarle questi ingredienti secchi nel composto di cioccolato, burro e zucchero.

5 passo:  Accendere il forno a 180° ,e solo quando il forno e ben caldo, inserire la torta per circa 20 minuti. Per sapere se è pronta utilizzare il metodo dello stecchino.

6 passo (facoltativo) : Dopo circa un oretta, quando la torta e ben fredda, farla in due e inserire 250 g di Nocciolata Rigoni. Infine spolverare con zucchero a velo.

BUONAAAAAAAAA!!!!

 

 

 

Ti sei mai chiesto cosa pensa tuo figlio quando fumi?

Tutti siamo a conoscenza che fumare sigarette fa male sia a chi fuma, ma anche a chi sa intorno a chi fuma.

Sicuramente nessuno di noi s’interroga sulle conseguenze che i nostri bambini possano subire nonostante si faccia sempre attenzione a non fumare in loro presenza.

La Iena Matteo Viviani ha intervistato dei bambini figli di fumatori.

I genitori durante l’intervista sono rimasti nella stanza accanto e in diretta hanno ascoltato le risposte che i loro bambini hanno dato al giornalista.

Tutti questi genitori hanno realizzano in brevissimo tempo cose che non avevano mai scoperto prima, cioè cosa pensano realmente i loro figli e del loro vizio di fumare.

Tra i piccoli c’è chi evita di baciare il papà perché sa di tabacco, chi è cosciente che le sigarette siano dannose per i genitori e per questo si preoccupa. In generale ne emerge che ai bambini le sigarette fanno proprio schifo.

La soluzione quindi qual è ?

Vaporart
Vaporart

Sicuramente smettere di fumare sarebbe la cosa migliore… Però se proprio non si riesce a smettere, una soluzione c’è!

Utilizzare l’ e-cig con liquidi senza nicotina, questo metodo riduce i rischi per la salute e, di sicuro, non provoca disgusto ai bambini.

Vaporart è il liquido che si inserisce nell’ e-cig. Qui le info http://9nl.de/N5Q9N5Q

I prodotti Vaporart sono stati analizzati presso il laboratorio di Tossicologia Forense di Milano e altri laboratori certificati.

I risultati dimostrano come l’utilizzo di vaporizzatori personali abbinati a liquidi senza nicotina , sia da ritenere di gran lunga meno nocivo rispetto al consumo di sigarette tradizionali..

L’utilizzo di liquidi Vaporart senza nicotina per mezzo del vaporizzatore elettronico (e-cig) può aiutare i fumatori di sigarette tradizionali a diminuire / smettere.

Qui di seguito la video intervista ai bambini realizzata dalla “iena” Matteo Viviani per conto di Vaporart. 




1 3 4 5 6 7 13